Museo Civico Guido Sutermeister

La sede del Museo Civico Guido Sutermeister è un edificio che riprende la pianta della dimora quattrocentesca di una delle nobili famiglie della zona, i Lampugnani. Il Museo fu costruito nel 1928 e allestito grazie alla collaborazione e all’apporto concreto dell’ingegnere Guido Sutermeister, appassionato studioso della storia della città e di archeologia. Per la costruzione furono utilizzati i resti della struttura originaria, recuperati durante la demolizione: soffitti lignei a cassettone, colonne, camini. L’edificio comprende un portico, cinque sale di esposizione e locali di servizio.

Le raccolte sono il risultato di un’assidua ricerca condotta da Sutermeister tra il 1925 e il 1964 nel territorio della città e nelle zone limitrofe. Il museo conserva in prevalenza materiale archeologico: reperti recuperati per lo più nel corso degli scavi per la demolizione e costruzione di edifici a partire dai primi del 1900, periodo in cui la zona, grazie alle industrie meccaniche e tessili, conobbe un notevole benessere economico. Le collezioni si sono poi arricchite con donazioni e con un consistente nucleo di materiali approdati al museo da scavi della Soprintendenza Archeologica della Lombardia. Nel portico lapidario sono visibili reperti romani, barbarici e medievali oltre ad alcuni frontali di camini con gli stemmi araldici di antiche famiglie legnanesi. Nelle sale interne è esposto materiale proveniente da numerosi scavi e ritrovamenti, che testimoniano l'esistenza di una civiltà della valle Olona sin dall’età del bronzo.

Di particolare eleganza è il "salone d’onore", che accoglie tre grandi tele del pittore ferrarese Gaetano Previati, vissuto tra la seconda metà dell’Ottocento e i primi del Novecento. I dipinti rappresentano i tre momenti fondamentali della Battaglia di Legnano (29 maggio 1176): la Preghiera (1916 - 17), la Battaglia (1915 - 16) e la Vittoria (1917) rimasta incompiuta. Le tre opere sono conosciute come il Trittico della Battaglia di Legnano e appartengono allo stile maturo di Previati.